Ivan Boszormenyi Nagy

Psicoterapeuta ungherese d’origine, vissuto negli Stati Uniti d’America. Sviluppa il concetto di Lealtà Familiare Invisibile, ovvero identificazione inconscia con un membro della famiglia, spesso tragicamente deceduto o scomparso, oppure con un evento più o meno determinante, ma vissuto in modo traumatico dall’individuo.

Contemporaneamente elabora il concetto di “crediti” e “debiti” introducendo il principio de Il Libro della Contabilità Familiare o Computi Familiari.

Sostiene il concetto di Giustizia Familiare interconnesso con la Lealtà Familiare Invisibile.

 

I commenti sono chiusi